fbpx

BLOG

Attività e compiti: l'uso del calendario nel CRM

 

calendario_20150914-153503_1.png

 

Un aspetto molto importante nell'organizzazione aziendale in generale, e nell'organizzazione della relazione con il cliente in particolare, è la gestione di attività e compiti, ovvero del calendario. Avere sotto controllo gli impegni futuri e tenere traccia di quelli passati ci aiuta molto nell'essere efficienti e poter valutare l'operato aziendale e dei singoli membri dell'organizzazione.

Facciamo quindi una prima distinzione, quella tra eventi e compiti:

  • eventi: un evento ha una precisa collocazione temporale, per esempio dalle 10:00 alle 11:00 del 22 maggio

  • compiti: un compito ha una data di inizio, in cui è stato assegnato, e una data di scadenza, entro la quale dovrà essere completato

 

I CRM in genere permettono di creare agevolmente eventi e compiti in due modi:

  • direttamente dal calendario: in questo caso sul nostro calendario cliccheremo nel giorno e l'ora di interesse, o sul bottone aggiungi evento come in un qualsiasi calendario digitale, inserendo successivamente i dati

 

calendario-crm.png

 

  • da un modulo specifico del CRM: uno dei vantaggi principali di gestire il nostro calendario dal CRM, è proprio quello di poter relazionare l'evento con facilità ad altre entità del CRM, come Lead, Contatti, Organizzazioni od Opportunità. In questo modo oltre a trovare eventi e compiti nel calendario, li troveremo anche nelle schede delle entità a cui sono relazionati.

 

calendario-crm-aggiungi-da-contatto.png

 

 

EVENTI

Come detto precedentemente un evento ha una precisa durata temporale e riguarda un'attività specifica. Ad esempio una visita ad un cliente dalle 11.00 alle 12.00 di venerdì 12 giugno. La scheda di un evento in genere è costituita dai seguenti campi.

Soggetto: un nome identificativo dell'evento (ed. Visita commerciale a dott. Rossi)

Assegnato a: l'utente del CRM proprietario dell'evento

Dato e ora inzio e fine: quando si tiene l'evento

Stato: qui andiamo a catalogare gli eventi per lo stato in cui si trovano, una tipica suddivisione può essere

  • pianificato: l'evento si deve svolgere

  • tenuto: l'evento si è svolto

  • non tenuto: l'evento per qualche motivo è saltato

Tipo attività: qui andiamo a catalogare l'attività per tipologia, ad esempio

  • chiamata

  • riunione

  • visita commerciale

Descrizione: qui si possono immagazzinare le informazioni riguardanti l'evento, sia appunti precedenti per prepararsi che il riscontro dell'evento.

 

Come detto precedentemente vi saranno uno o più campi per creare una relazione con altri record del CRM (contatti, lead, organizzazioni, campagne, opportunità).

 

Si potranno poi, a seconda dei bisogni specifici dell'azienda, aggiungere ulteriori campi per salvare informazioni utili a chi dovrà partecipare all'evento o per una seguente reportistica.

In genere gli eventi danno la possibilità di invitare, tramite un campo specifico, altri utenti del CRM e di mandare notifica dell'evento e un remind vicino alla scadenza.

 

evento.png

 

COMPITI

I compiti, come suggerisce inequivocabilmente il nome stesso, riguardano qualcosa che deve essere fatto da un utente del CRM entro una certa data.

I campi che normalmente possono identificare un evento sono i seguenti.

Soggetto: un nome identificativo (es. “Inviare preventivo a dott. Rossi”)

Assegnato a: l'assegnatario del compito

Data di inzio: data dell'assegnazione del compito

Data di scadenza: data entro cui il compito deve essere svolto

Stato: stato del compito. Alcuni valori che potrebbe assumere

  • Non iniziato: il compito è stato creato ma non ancora iniziato. Tipico status usato quando ad assegnare il compito è un utente diverso da quello che lo realizzerà. Sarà poi compito di questo modificare lo status con uno di quelli seguenti.

  • In corso: il compito è in fase di svolgimento.

  • Completato: il compito è stato completato.

  • In attesa di input: per proseguire nella risoluzione del compito devono arrivare informazioni da soggetti terzi rispetto all'assegnatario (colleghi, il cliente, ecc.).

  • Posticipato: il compito è stato per qualche motivo rimandato.

  • Pianificato: il compito è pianificato ma non in fase di svolgimento.

Priorità: che priorità ha il compito (ad es. Alta, Media o Bassa).

Descrizione: come sempre uno spazio per descrivere con più precisione quanto deve essere fatto.

 

compito-crm.png

 

CALENDARI CONDIVISI

Ovviamente un buon CRM permetterà la gestione di calendari condivisi, in modo da poter vedere anche, se un calendario è settato come pubblico, gli appuntamenti di altri utenti.

Pensate ad esempio ad un collaboratore che deve fissare un appuntamento per un collega ed ha necessità di sapere gli altri suoi appuntamenti, o più semplicemente di verificare la sua presenza nel caso avesse bisogno di lui per lo svolgimento di un compito.

Grazie ai calendari condivisi, per fare un altro esempio, sarà possibile per un manager vedere a colpo d'occhio tutti gli appuntamenti sul calendario dei suoi agenti.

 

calendari-condivisi-crm-vtiger.png

 

VISTA PER LISTA

 

Gli eventi, oltre che sul calendario, potranno essere visualizzati tramite vista per lista, dove sarà anche possibile filtrarli agevolmente. In questo caso potremmo ad esempio creare un filtro per vedere tutti gli eventi in scadenza questa settimana, oppure tutte le telefonate programmate, o ancora le riunioni.

 

 

vista-per-lista-calendario-crm-vtiger.png 

 

 

Monitorare la stato della relazione con i nostri c...
Telemarketing Call center con Vtiger 6
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://opencrmitalia.com/

Ultimi post

Rimani aggiornato

Lascia i tuoi dati per ricevere la nostra newsletter. Tutte le novità sulla gestione della relazione con la clientela!
Invalid Input
Invalid Input

Post più popolari

Simone Travaglini
20 Febbraio 2014
CRM
Siamo all'inizio dell'anno e molte aziende stanno valutando se e quale software CRM utilizzare per gestire il proprio rapporto con la clientela ed automatizzare forza vendita e marketing. Esistono inf...
Simone Travaglini
25 Luglio 2012
CRM
La customer retention è una sfida per tutte le aziende moderne. Trattenere i clienti è in genere più profittevole che acquisirne di nuovi. Basandosi sulla seconda edizione di Customer Relationship Man...
Simone Travaglini
17 Settembre 2012
CRM
Si parla spesso di customer experience, ma di cosa si tratta esattamente? Partiamo da una definizione formale:  la customer experience è la conseguenza cognitiva e affettiva dell'esposizione e in...
Simone Travaglini
16 Luglio 2012
CRM
Possiamo considerare il Customer Relationship Management come composto da quattro aspetti diversi, quattro prospettive necessarie per per poterlo implementare in modo efficiente in azienda. CRM STRATE...
Simone Travaglini
30 Luglio 2012
Marketing
  Il problema della decisione del prezzo dei beni o servizi è una delle questioni più delicate e più difficili, in quanto da essa dipenderanno in buona parte i ricavi del nostro business. Intanto...